Non possibile visualizzare il filmato. Potrebbe essere necessario installare il plugin flash, puoi scaricarlo qui

Orientamento

 

Orientamento - Orientation

Orientarsi sul terreno equivale a conoscere la direzione del meridiano geografico locale e cioè le direzioni dei quattro punti cardinali (Nord, Est, Sud, Ovest) relative al punto occupato.

L'orientamento può essere effettuato sia per mezzo di una carta topografica, si mediante l'osservazione del Sole, sia mediante l'impiego di un orologio a tempo medio, sia osservando la Stella Polare, sia utilizzando una bussola magnetica.


L'orientamento per mezzo di una carta topografica (vedi topografia) comporta l'individuazione sulla stessa del punto di stazione e di un particolare topografico ben visibile (campanile, torre, casa isolata, etc) da utilizzare come riferimento. Disponendo la carta in maniera che la relativa visuale coincida con quella desumibile dalla rappresentazione grafica, la carta risulterà orientata anche rispetto al Nord geografico.  


L'osservazione del Sole nel suo spostamento apparente può contribuire alla definizione del meridiano locale, e quindi all'orientamento sul terreno. Invero, piantato un bastone verticale sul punto di stazione, si potrà segnare a terra la   traccia della direzione dell'ombra prodotta dal Sole e leggere l'orologio a tempo medio. Alle ore 12 di tempo medio l'ombra del bastone segnerà appunto, in modo approssimativo la direzione del   meridiano locale.

  

Analoga determinazione potrà essere effettuata utilizzando la mostra di un   orologio a tempo medio tenendo presente che una ora corrisponde ad una variazione angolare di 30°. Per procedere alla determinazione della direzione del Nord geografico si dovrà applicare al centro del quadrante uno spillo in posizione verticale, e girare poi l'orologio fino a far coincidere l'ombra dello spillo con la lancetta delle ore: la direzione Nord-Sud cercata verrà definita dalla bisettrice dell'angolo definito dalla direzione dell'ombra e dalla direzione al valore 12 del   quadrante medesimo.


Operando di notte, l'orientamento potrà ottenersi osservando la Stella Polare che definisce il punto estremo del timone del carro dell'Orsa Minore. La Stella Polare è una stella di seconda grandezza facilmente rintracciabile allorché si faccia riferimento alla costellazione dell'Orsa Maggiore composta di sette stelle: prolungando idealmente il segmento che unisce le ultime due stelle opposte al timone di 5 volte la loro distanza apparente, è agevole riconoscere la Stella Polare, prossima al Nord geografico.  


L'orientamento può essere infine ricercato per mezzo di una bussola magnetica, quando sia noto il valore istantaneo della declinazione magnetica, cioè dell'angolo di deviazione locale della direzione al Nord magnetico rispetto alla direzione al Nord geografico. Utilizzando una carta topografica con la bussola magnetica, sarà sufficiente far coincidere la direzione locale dell'ago magnetico con la direzione al Nord magnetico per orientarsi sul terreno ed orientare la carta topografica medesima.

(Glossario GIS - Prof. Mario Fondelli)

 
Servizi per il cittadino

Responsabile dell'ufficio

Dott. Simone Busoni

Scrivi all'ufficio


 
 
 
 
 
 
 

Provincia di Treviso | P.IVA 01138380264 | PRIVACY | COOKIES